Cerca
Close this search box.
SA 17/06/2023 Ore 12:00 Biglietti non più disponibili
Dove:
Sala ballo Teatro Carlo Felice

IL SOGNO DI NERVI

Master class di danza e laboratori coreografici con celebrità internazionali, flash mob, mostra in realtà aumentata, video storici

Sabato 17 giugno
Sala ballo Teatro Carlo Felice

Ore 12.00-13.15 e 14.15-15.30
Master class con Loredana Furno, classico per principianti dai 9 ai 12 anni, con pianista

Ore 15.45-17.15
Master class con Paola Cantalupo, classico intermedio dai 13 anni in su, al pianoforte Stefania Garotta

Ore 17.30-19.00
Master class con Davide Bombana, neoclassico dai 14-15 anni in su, con laboratorio coreografico su moduli di sue creazioni internazionali, musiche registrate

Domenica 18 giugno
Palestrina della Proloco di Nervi e Parchi

Ore 11.00-13.00
Shooting fotografico e riprese nei parchi con gli allievi delle scuole di danza liguri

Ore 14.30-16.00
Master class con Simone Maier, contemporaneo dai 13 anni in su, musiche registrate

Ore 16.30
‘Rock promenade’ performance danzata nei Parchi dal roseto di Villa Grimaldi all’area Belvedere di Villa Serra

Ore 17.00-18.30
Rassegna “Omaggio a Mario Porcile”, con brani delle scuole di danza in scena

Videomaker ufficiale e regista dei video che saranno realizzati: Alessandro Zunino, fotografo e direttore di reportage e documentari premiati a livello internazionale.

Fotografa ufficiale: Giulia Canton (laurea in fotografia di danza Accademia Linguistica).

Master class di danza e laboratori coreografici in teatro con celebrità internazionali dello storico Festival di Nervi, flash mob, shooting fotografico e riprese nei parchi con gli allievi del territorio, rassegna delle scuole in ricordo di Mario Porcile, visione di filmati storici della kermesse.

Il Memorial del Festival internazionale del balletto “Il sogno di Nervi”, dedicato alla memoria del fondatore e alla storica manifestazione, quest’anno ha per protagonisti i ragazzi e le ragazze della danza del territorio, ai quali rivolge un programma fitto di occasioni di studio, confronto, divertimento.

Prodotto dall’Associazione culturale D’Angel Angeli della Danza e dello Spettacolo con la direzione artistica di Simona Griggio in collaborazione con Nervi Music Ballet Festival 2023, Fondo Mario Porcile – Cro.me Cronaca e memoria dello spettacolo, sostenuto dal ministero della Cultura, con il patrocinio di Uisp Regionale Liguria e il supporto di Proloco Nervi, nasce con l’intento di trasmettere alle nuove generazioni la memoria del Festival collegandola al presente.

Il programma, distribuito in due giorni di eventi, comincia il 17 giugno nella sala ballo del Teatro Carlo Felice ospitando le master class di tre artisti internazionali testimonial del Festival: Paola Cantalupo, étoile dei Balletti di Montecarlo oggi alla guida dei Pôle national supérieur de danse Rosella Hightower di Cannes e del Centre international de danse di Marsiglia, Davide Bombana, già direttore di corpi di ballo di enti lirico-sinfonici nazionali, coreografo per teatri d’opera nel mondo e per diverse edizioni del Capodanno di Vienna e di Venezia, impegnato in un laboratorio sulle sue creazioni.

A loro si aggiunge Loredana Furno, già prima ballerina del Teatro Regio poi fondatrice del Balletto Teatro di Torino e dei Festival Danza alla Fortezza del Priamar di Savona e Acqui in Palcoscenico, per i cui stage collaterali offrirà borse di studio. Simone Maier, invece, è la voce della scena contemporanea sul territorio.

Il 18 giugno l’azione si sposta nei Parchi di Nervi, nella Palestrina a Ponente di Villa Grimaldi e nelle aree del parco circostanti, con una mattinata di shooting fotografici e riprese dei ragazzi sulla scia degli storici scatti di Lido e Lidova dei tempi d’oro del Festival. Immagini confluite nel Fondo Mario Porcile dopo la morte del maestro.

Nel pomeriggio, dal roseto fino all’aerea Belvedere di Villa Serra una fiumana di giovanissimi danzatori, gonna di tulle e anfibi, jeans e coroncina o cappello da basket, eseguiranno “Rock promenade”, performance danzata su Concerto Grosso dei New Trolls e su un brano degli Who. E’ la loro personale rivisitazione della memoria storica degli anni ‘80.

Seguirà in Palestrina la rassegna delle scuole “Omaggio a Mario Porcile”: un centinaio di ragazzi danzeranno in coreografie dedicate al maestro.

Perché ricostruire la memoria storica del Festival di Nervi?

Attraverso un ventennale lavoro di raccolta di documentazione, produzione artistica e promozione, il team composto da Simona Griggio,giornalista e ideatrice di eventi di spettacolo e formazione nella danza per D’Angel, Enrico Coffetti, presidente di Cro.me – Cronaca e Spettacolo di Milano e Fondo Mario Porcile, Monica Corbellini, giornalista ed esperta della storica  manifestazione, ha condiviso con il maestro e con gli artisti che hanno partecipato alla kermesse l’importanza di documentare con racconti e testimonianze, fotografie e filmati, l’esperienza di una visione della danza di eccezionale qualità. È quella Genova dell’Italia del dopoguerra a comparire come un faro dell’arte coreutica nel mondo.

Oltre alla raccolta, selezione e digitalizzazione di migliaia di immagini del Fondo che ritraggono back stage significativi anche per la storia sociale e di costume, il team ha realizzato il documentario Mille stelle un Festival: 50 anni di vita e di balletto a Nervi nel 2004. Poi la presentazione del Fondo al Dams di Bologna e la realizzazione di filmati proposti nell’ambito di eventi nazionali sulla danza. Al gala internazionale Per sempre Stelle, a cura di D’Angel al teatro Manzoni di Milano nel 2017, sul fondale con le immagini inedite del Fondo, ad aprire un programma con artisti dalla Scala, dall’Opera di Roma, dal San Carlo e dal Ballet Béjart Lausanne sono stati i ricordi delle stelle dell’epoca.  Fra loro Carla Fracci, tenuta a battesimo proprio a Nervi nel ’57, Liliana Cosi, Luciana Savignano, Anna Razzi, Vittorio Biagi, Pompea Santoro. 

Riconnettere Genova al suo passato glorioso nell’arte coreutica, animare il Teatro e i Parchi di Nervi con la presenza di giovanissimi appassionati poco prima dell’inizio della rinnovata manifestazione è il proseguimento del Sogno di Mario Porcile.