Cerca
Close this search box.

Dicono di noi

11/06/2024
Il Carlo Felice chiude la stagione operistica con Il barbiere di Siviglia
TG Primocanale

“Concludiamo con una grande festa. La stagione ha raccolto molto successo da A Midsummer Night’s Dream di Britten fino a Edith”, dichiara il sovrintendente Claudio Orazi. “Affidare ai ragazzi dell’Accademia quest’opera è una scelta coraggiosissima, motivo di sprone straordinario” dice il tenore Francesco Meli

“Concludiamo con una grande festa. La stagione ha raccolto molto successo da A Midsummer Night’s Dream di Britten fino a Edith”, dichiara il sovrintendente Claudio Orazi. “Affidare ai ragazzi dell’Accademia quest’opera è una scelta coraggiosissima, motivo di sprone straordinario” dice il tenore Francesco Meli

Leggi di più
11/06/2024
Il barbiere di Siviglia chiude la stagione dell’opera Carlo Felice
Il Giornale

Con la direzione di Giancarlo Andreatta e gli allievi dell’Accademia di Alto Perfezionamento

Con la direzione di Giancarlo Andreatta e gli allievi dell’Accademia di Alto Perfezionamento

Leggi di più
10/06/2024
Al via a Nervi la III edizione del “Memorial del Festival Internazionale del Balletto a Mario Porcile e alle sue Stelle”
Corriere Torino

Al Memorial Marco Porcile masterclass di Furno fondatrice del Balletto Teatro

Al Memorial Marco Porcile masterclass di Furno fondatrice del Balletto Teatro

Leggi di più
10/06/2024
Il barbiere di Siviglia una storia ricca di colpi di scena
Il Foglio – Mario Leone

L’amore tra il Conte d’Almaviva e Rosina, la lussuria di Don Bartolo che vuole la donna tutta per sé, l’aiuto di Figaro, l’astuto e simpatico barbiere, sono questi gli ingredienti dell’opera rossiniana

L’amore tra il Conte d’Almaviva e Rosina, la lussuria di Don Bartolo che vuole la donna tutta per sé, l’aiuto di Figaro, l’astuto e simpatico barbiere, sono questi gli ingredienti dell’opera rossiniana

Leggi di più
10/06/2024
Carlo Felice, Il barbiere di Siviglia conclude la Lirica
Il Secolo XIX

Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini con il Solisti dell’Accademia del Carlo Felice e Giancarlo Andreatta direttore d’orchestra

Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini con il Solisti dell’Accademia del Carlo Felice e Giancarlo Andreatta direttore d’orchestra

Leggi di più
10/06/2024
Teatro Carlo Felice, gran finale con Il Barbiere di Siviglia e gli allievi dell’Accademia di Francesco Meli
Genova24.it

Commenta Giancarlo Andretta: “Riaprire la partitura del Barbiere di Siviglia e tornare a studiare Rossini con assoluta cura e sempre nuovo amore è un momento di vera salute…”

Commenta Giancarlo Andretta: “Riaprire la partitura del Barbiere di Siviglia e tornare a studiare Rossini con assoluta cura e sempre nuovo amore è un momento di vera salute…”

Leggi di più
07/06/2024
Il bel canto parla della nostra cultura, andrebbe insegnato nelle scuole
Il Secolo XIX – Emanuela Schenone

“La lirica è lo specchio della nostra Storia” dichiara il tenore genovese Francesco Meli

“La lirica è lo specchio della nostra Storia” dichiara il tenore genovese Francesco Meli

Leggi di più
03/06/2024
La riscoperta del Corsaro con lo slancio eroico di Meli
Corriere della Sera – Enrico Girardi

L’esecuzione musicale è eccellente. La freccia più potente nell’arco della produzione genovese ha il nome di Francesco Meli. Bene l’orchestra e ottimo il coro di Claudio Marino Moretti

L’esecuzione musicale è eccellente. La freccia più potente nell’arco della produzione genovese ha il nome di Francesco Meli. Bene l’orchestra e ottimo il coro di Claudio Marino Moretti

Leggi di più
21/05/2024
Il Carlo Felice riabilita “Il corsaro”
Avvenire – Giacomo Gambassi

È fin troppo facile fare incetta di spettatori in una città come Genova, meta di crociere e di turisti, mettendo in scena il Verdi più “gettonato” (…). Ben più ardito è puntare su un Verdi dimenticato che i palcoscenici snobbano, sorte toccata a Il corsaro. Non però al Carlo Felice che lo riabilita. È una di quelle scommesse che il sovrintendente Claudio Orazi ha abituato il pubblico per avvicinarlo a titoli che vengono definiti “minori”. Scommessa anche stavolta, vinta…

È fin troppo facile fare incetta di spettatori in una città come Genova, meta di crociere e di turisti, mettendo in scena il Verdi più “gettonato” (…). Ben più ardito è puntare su un Verdi dimenticato che i palcoscenici snobbano, sorte toccata a Il corsaro. Non però al Carlo Felice che lo riabilita. È una di quelle scommesse che il sovrintendente Claudio Orazi ha abituato il pubblico per avvicinarlo a titoli che vengono definiti “minori”. Scommessa anche stavolta, vinta…

Leggi di più